Shakespeare Vs. Shakespeare ← Torna ai progetti!

  • In →
  • Spettacoli Passati

Lo spettacolo è nato da un lavoro d’ensamble in cui due scrittori e un cast di tre attori si sono trovati per un periodo di studio e sperimentazione.
Durante questo periodo hanno esplorato alcune delle più note scene di Shakespeare estrapolate dal loro contesto.

Gli autori, Gianni Guardigli e Paddy Cunneen, insieme al cast formato da due attori scozzesi e un’attrice italiana, hanno approfondito la dinamica dei rapporti e dato rilevanza alla lingua del Bardo attraverso una storia che racconta il teatro, rivela i lati più veri dell’essere umano e allo stesso tempo induce a riflettere.
Due attori che recitano Shakespeare per un programma radiofonico, rimangono bloccati nella stazione radio dopo un terribile distastro che ha colpito il mondo intero e forse distrutto l’intera popolazione.
Non sanno se ci sono sei sopravvissuti…
Non hanno contatti con l’esterno…
Non sanno se ci sarà un futuro…
Possono solo aspettare…
Decidono di continuare il programma e recitare Shakespeare nella speranza che qualcuno stia ascoltando.
In una situazione estrema, attraverso li loro rapporto, inconsciamente cominciano a recitare le situazioni racchiuse nei testi di Shakespeare fino a raggiungere un climax di conflitto e verità all’interno della loro stessa vita.
Il pubblico potrà veder recitate alcune delle sue scene preferite da Riccardo III, Misura per Misura, Giulio Cesare, La Tempesta e Romeo e Giulietta.
Questo spettacolo si rivolge ad un pubblico adulto dai 15 anni in su. E’ particolarmente interessante per coloro che studiano Letteratura, Lingua Inglese o Filosofia.

RECENSIONI

da Teatroteatro.it:
In una situazione che ricorda Finale di partita di Beckett, recitare scene da alcune delle opere più famose di Shakespeare.
Certo, non significa fare Teatro dell’Assurdo, nonostante l’angelico stralunato impersonato da Laura Pasetti, e a maggior ragione non è come una tragedia di Shakespeare. Piuttosto è un -riuscito- amalgama tra la potenza musicale dei versi e la filosofia teatrale contemporanea, capace di rendere meno iconici gli eroi tragici del Bardo, e più vivide le atmosfere di Beckett.

LEGGI TUTTO l’ARTICOLO su www.teatroteatro.it

Da una spettatrice:

Shakespeare vs Shakespeare:un’interessante opera teatrale,da guardare e ascoltare mettendo da parte le ovvietà futuristiche-distruttive a cui ci ha abituato il mondo.
E’ un diretto paragone di paure e sensazioni dell’artista attuale e un pò “antico”; di quell’artista che si costruisce non tramite reality e show televisivi, ma passando per le tappe della sua stessa crescita personale fatta di insicurezze,freni,compromessi,profondità d’animo e personalità.
E’ la pura rappresentazione delle paure degli artisti in un mondo tanto moderno,quanto caotico,che tende a mettere sempre più da parte Arte e Cultura e pensarle ormai,nelle sue politiche,quasi all’ultimo scalino.

- Sara -

Shakespeare Vs. Shakespeare
Shakespeare Vs. Shakespeare